Annunci

Archivi categoria: igienizzanti

Igienizzante WC

Segnalo di seguito una ricetta battericida veloce per igienizzare il WC:

  • 2 tazze d’acqua
  • 1/4 sapone di marsiglia liquido (o in scaglie sciolto in acqua calda)
  • 1 cucchiaino di olio essenziale di tra tree (olio di maleleuca)
  • 10 goccie di olio di eucalipto o menta

Spesso utilizzo uno spruzzino per i miei detergenti casalinghi, ma nel caso di un disinfettante come questo che utilizzo solo per il wc (quindi per piccole quantità), solitamente reciclo un vecchio contenitore di deodorante spray (per intenderci un qualsiasi floacone di deodorante per la persona che ormai sono quasi tutti senza gas perciò con le stesse caratteristiche di un normale spruzzino).

 

Puoi scaricare qui la ricetta

Annunci

Igienizzanti per la casa fai da te

L‘alcool denaturato (quello rosa) è quello che utilizzo maggiormente per la disinfezione della casa anche se  leggo che l’alcool denaturato che troviamo al supermercato è più che altro un batteriostatico e non ha dunque un altissimo potere disinfettante; metto il prodotto in uno spruzzino (solitamente metà alcool e metà acqua) con l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale per eliminare l’odore sgradevole dell’alcool stesso.

Questo preparato è un buon spray multiuso che utilizzo anche per pavimenti spruzzandolo direttamente sulla superficie da lavare.

Un’alternativa all’alcool può anche essere l’acqua ossigenata (direttamente sulla spugna) che utilizzata insieme al bicarbonato (una spolverata sulla superficie da trattare) è molto utile sopratutto per igienizzare il bagno.

Un’altra alternativa per la pulizia dei sanitari (trovata su Ekopedia) sono aceto e acido citrico che miscelati, costituiscono un buon igienizzante:

“i batteri più comuni vivono bene in un intervallo di pH attorno alla neutralità (pH 7), cioè in un ambiente da debolmente acido (pH 4,5) a debolmente alcalino (pH 10). Utilizzando un acido molto forte (inferiore a 4,5) o un alcale molto forte (superiore a 10) si altera il pH in cui vivono, quindi si sterilizza. Né aceto né acido citrico sono così forti, per cui da soli non hanno un buon effetto sterilizzante, ma miscelati sì, perché il pH si abbassa: praticamente si potenziano a vicenda. Per una soluzione molto concentrata si consiglia di mescolare 50 gr di acido citrico con 200 ml di acqua demineralizzata e 250 ml di aceto. Versare la soluzione in uno spruzzatore e usare su sanitari e piani di lavoro. L’acido citrico si trova di solito nelle agrarie e costa circa 4,50 euro/k “.